CRISTALLOTERAPIA

CRISTALLOTERAPIA

CRISTALLOTERAPIA

La Cristalloterapia o Litomedicina è una pratica terapeutica fra le più in voga nella medicina alternativa. Si fonda, ovviamente, sull’uso di cristalli e pietre preziose per curare gli squilibri del campo energetico della persona.

La cristalloterapia, di antiche origini indiane, mira quindi ad armonizzare e mantenere il benessere fisico, mentale e spirituale attraverso l’uso delle pietre che, posizionate in modo corretto su precisi punti del corpo umano, sarebbero in grado di emanare energie purificatrici assorbibili dal nostro organismo. Fra le principali patologie che possono essere curate con questo sistema si segnalano stress, stati d’ansia e insonnia.

MINERALI

Ampiamente presenti sul nostro pianeta e ricchi di proprietà, i minerali sono composti chimici inorganici che vanno a costituire la crosta terrestre, nonché molti dei corpi celesti. La loro maggiore peculiarità è la composizione chimica: ognuna delle oltre 5.500 specie minerali esistenti al mondo è caratterizzata da una struttura chimica e cristallina molto precisa, che ne determina le proprietà fisiche

 

Che cosa sono i minerali

Il termine minerali arriva dal latino medievale minerale, derivato a sua volta dal francese antico minière, ovvero “miniera”. I minerali sono definiti corpi naturali inorganici, in genere solidi e rocciosi, che si sono formati sulla crosta terrestre attraverso processi geologici, fisici e chimici.

La stechiometria è la scienza che studia i composti chimici dei corpi e le loro reazioni, anche dei solidi cristallini come i minerali.

Mentre la mineralogia si occupa più specificamente dello studio dei minerali.

Spesso si tende ad attribuire l’appellativo minerale anche a elementi allo stato liquido o gassoso, estraibili dal sottosuolo. Un minerale può essere costituito da un solo elemento chimico, come l'oro (Au), oppure da uno o più elementi legati assieme in un composto chimico semplice, come ad esempio il quarzo (SiO2), o da molecole di formula complessa. La composizione dei minerali varia quindi dai semplici elementi chimici a sali fino ad arrivare a silicati molto complessi.

                                                                 

Le proprietà fisiche dei minerali

•    La durezza. La durezza è misurata dalla capacità di un minerale di scalfire o essere scalfito da altri minerali e si misura secondo la scala di Mohs.
•    La lucentezza. Questo parametro indica l’interazione della superficie del minerale con la luce e può risultare opaca o vetrosa, ovvero lucentezza metallica o lucentezza non metallica.
•    Il colore indica l'aspetto del minerale in luce riflessa. Il colore di un minerale può dipendere sia dalla sua composizione chimica che dalla presenza di impurità. La stessa specie mineralogica può presentare differenti colorazioni.
•    Il peso specifico dei minerali.
•    La birifrangenza, ovvero la proprietà ottica che risulta mettendo il minerale tra la fonte luminosa e l'osservatore e che permette di osservare gli oggetti con contorni sdoppiati.
•    La sfaldatura, che descrive il modo in cui alcuni minerali si sfaldano.
•    La frattura, che descrive il modo in cui un minerale si rompe.
•    La densità, ovvero la massa del minerale, relativa ad 1 cm³ di volume. Viene misurata con l'ausilio di una bilancia di precisione e di uno strumento chiamato picnometro.
•    La conducibilità, che verifica se il minerale è un buon conduttore elettrico.

Ciondolo triangolare "Donna" in Shungite

DESCRIZIONE SHUNGITELa shungite è il nome comune di una roccia a grana fine costituita da.....

8,00€
Ciondolo triangolare "Uomo" in Shungite

DESCRIZIONE SHUNGITE La shungite è il nome comune di una roccia a grana fine costituit.....

8,00€
Vis. da 1 a 2 di 2 (1 Pagine)